Home

Cattedra Jean Monnet di storia e politica dell’integrazione europea

2018-2021

Prof. Carlo Spagnolo

Dopo la fine della guerra fredda, il Trattato di Maastricht del 1991-92, e l’unificazione monetaria completata nel 2001, il processo di integrazione europea ha raggiunto una estensione tale da confondersi e sovrapporsi con i compiti degli Stati. L’allargamento a Est col passaggio a 29 paesi membri ha esteso gli ambiti e l’eterogeneità dell’UE. Alle nuove responsabilità dell’UE ha corrisposto una riforma dei meccanismi decisionali, senza che fosse più chiaro se si puntasse ad un assetto di tipo confederale o ad uno sovranazionale. Dalla crisi finanziaria del 2007-08 e dopo le sue ripercussioni in Grecia si colgono segnali di crescente critica alle rigidità istituzionali, alle politiche di austerità e al deficit di legittimazione democratica. ...

La cattedra persegue quattro obiettivi interconnessi:

  • promuovere la conoscenza sulla storia e le istituzioni dell’integrazione europea tra gli studenti delle facoltà umanistiche dell’ Univ. di Bari, tra i quali alcuni perseguiranno la carriera di insegnante, e introdurre la storia nello studio delle materie europee per studenti di altre discipline, come Diritto ed Economia
  • elevare il livello della ricerca sull’integrazione europea nel Mezzogiorno, in una prospettiva comparata tra paesi dell’area Mediterranea
  • stabilire nuovi standards nella formazione e nell’insegnamento della storia europea per gli insegnanti delle scuole secondarie inferiori e superiori e accrescere la consapevolezza della cittadinanza europea tra gli studenti delle scuole superiori nella Regione Puglia
  • condividere i risultati con le amministrazioni pubbliche, le forze politiche e l’opinione pubblica e accrescerne le capacità di intervento

Conferenza stampa del 15/10/2018